Valpantena

Cantina da record

NASCE BROLO DEI GIUSTILA SFIDA ALL'ALTA RISTORAZIONE DI CANTINA VALPANTENA

Un Amarone e un Valpolicella Superiore sono punta di diamante di Cantina Valpantena Verona. Presentati con un menu curato da Giancarlo Perbellini

Si chiama Brolo dei Giusti la nuova linea rivolta alla ristorazione di Cantina Valpantena Verona. Un Amarone della Valpolicella DOCG e un Valpolicella Superiore DOC prodotti in tre vigneti condotti direttamente da parte dell'azienda cooperativa. Si tratta di un appezzamento più grande di 13 ettari, e due più piccoli, di 3 e 2,5 ettari, tutti siti in Valpantena, in cui sono coltivate le varietà tipiche della Valpolicella (Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara) con impianti in parte a pergola ed in parte a guyot. 

Il vigneto principale presenta le caratteristiche di un vero e proprio “brolo”, termine della cultura contadina che indica un campo protetto da siepi, alberi di ulivo e marogne, i tradizionali muretti a secco della Valpolicella. Come il Clos francese, anche Brolo dei Giusti è un unico vigneto, racchiuso e prezioso.
“La gestione diretta dei vigneti – spiega Luca Degani, direttore di Cantina Valpantena – ci ha permesso di sperimentare tecniche colturali avanzate come la confusione sessuale e eliminare il diserbo chimico a favore di lavorazioni meccaniche del sottofila. La creazione di una società agricola, controllata al 100% da Cantina Valpantena, è stata una conseguenza naturale”.

Brolo dei Giusti, prodotto solo nelle annate migliori, debutta con la 2011 di Amarone e 2013 di Valpolicella, prodotti rispettivamente in 8000 e 12000 pezzi, tutti numerati a mano. Le bottiglie sono serigrafate, anziché etichettate, per poter rimanere integre nel lungo affinamento che il vino può affrontare. I tappi sottoposti a controllo individuale con il gas cromatografo metteranno al riparo dai difetti legati al sughero. 

“Questa linea – spiega Luigi Turco, Presidente – nasce nel sessantesimo anniversario di Cantina Valpantena e rappresenta il punto di arrivo di un percorso di crescita qualitativa che ci ha portati ad essere uno degli attori principali della denominazione, a livello internazionale”. 
Il “Giusto”evocato dal nome rappresenta un omaggio alla figura dell'agricoltore che, alla fine di una giornata di lavoro, si siede sulla marogna a contemplare il suo operato, immerso nella geometria delle vigne e nella bellezza della natura fuori e dentro il Brolo.
“Il logo che abbiamo scelto – conclude Turco – simboleggia in modo efficace la filosofia che ci guida nella conduzione di questi vigneti, dove il rispetto per la natura e l'amore per le cose ben fatte sono gli stessi con cui la nostra gente ha sempre svolto il proprio lavoro”.

La presentazione della nuova linea è stata accompagnata da un menu curato da Giancarlo Perbellini, chef di Casa Perbellini di Verona (**) che ha proposto piatti in grado di esaltare la complessità dei due vini.
Distribuito in Italia da Rinaldi, è in vendita anche nei negozi di Cantina Valpantena a Quinto di Valpantena, San Giovanni Lupatoto, Verona-Borgo Milano, Buttapietra, Lazise ed Almè (BG). Il prezzo in cantina è di 47 Euro per l'Amarone e 22 Euro per il Valpolicella Superiore.
Per ulteriori informazioni: www.brolodeigiusti.it


CANTINA VALPANTENA SFONDA QUOTA 50 MILIONI

Numeri record per l'azienda di Quinto di Verona che aumenta del 18,5% il riparto ai soci e sostiene iniziative sociali e culturali sul proprio territorio
Bilancio record per Cantina Valpantena Verona, azienda cooperativa tra i principali attori della denominazione Valpolicella di cui rappresenta circa il 10% della produzione totale. L'assemblea dei soci nei giorni scorsi ha approvato il bilancio 2016-2017 (chiuso il 31 agosto) con un fatturato consolidato di 50.008.622, il 5,68% in più rispetto all'anno precedente. Le vendite sono state dirette per oltre il 60% all'estero, con la Danimarca che si conferma il primo mercato, seguita da Svizzera, Gran Bretagna, Germania e Olanda. 

La remunerazione ai circa 360 soci conferitori è cresciuta del 18,5% rispetto all'anno precedente, con un prezzo medio delle uve di 130 euro al quintale. Merito anche di un'annata particolarmene favorevole in cui sono stati raccolti, tra aziende associate e terreni gestiti direttamente dalla cantina, oltre 107.000 quintali di uve, con un reddito medio dei vigneti della denominazione Valpolicella che supera i 20 mila ad ettaro. L'azienda ha quindi accantonato un utile di 2.028.000 (+36% rispetto all'anno scorso) che ha portato il patrimonio consolidato a sfiorare i 20 milioni di euro (19.755.000). Durante l'anno appena concluso l'azienda diretta da Luca Degani ha compiuto importanti investimenti, come l'acquisto dello stabile del punto vendita diretto a San Giovanni Lupatoto e del centro di appassimento a Montorio che la rende autonoma per questa importante fase di lavorazione delle uve. 

Nel bilancio si evidenzia anche il ruolo di sostegno al territorio compiuto da Cantina Valpantena, che appoggia attraverso sponsorizzazioni e omaggi associazioni culturali, sportive e aggregative operanti nel proprio territorio. Tra le manifestazioni sostenute: Tocati giochi antichi, le corse podistiche Christmas Run e Rainbow Young Run e l'evento annuale dell'Associazione Nazionale Alpini. Cantina Valpantena è infatti un'azienda fortemente radicata su un'area circoscritta: l'85% dei soci risiede nel comune di Verona (per la maggior parte tra Val Squaranto, Montorio e Quinto di Verona) la quota restante per lo più nel comune limitrofo di Grezzana ed è leader assoluto della sottodenominazione Valpolicella Valpantena. 

"Come cooperativa agricola – spiega il presidente Luigi Turco – ci sentiamo debitori verso il territorio che ci fornisce il prodotto che trasformiamo e vendiamo. Una comunità coesa che vive in un territorio relativamente piccolo e circoscritto a cui sentiamo il dovere di restituire ricchezza attraverso il sostegno a tante associazioni che operano con persone svantaggiate o semplici manifestazioni culturali, nella consapevolezza che il benessere di una comunità non è solo quello materiale". 

Nella stessa direzione va quindi l'impegno dell'azienda per il rispetto ambientale, reso possibile, tra l'altro, dall'adozione del protocollo Tre Erre (riduci, risparmia, rispetta) promosso dal Consorzio della Valpolicella con lo scopo di utilizzare pratiche agronomiche che riducono l'utilizzo di prodotti chimici. In direzione della valorizzazione della biodiversità va invece la ricerca su cui Cantina Valpantena è impegnata per l'identificazione e la riproduzione del vitigno autoctono Elmo.

"Il nostro impegno per il futuro – conclude Turco – è quello di consolidare la crescita che ci ha portato negli ultimi 15 anni a passare da 11 a 50 addetti. Oggi il nostro marchio è più conosciuto all'estero che in Italia, vogliamo affermarci anche nel nostro paese e  ribadire il ruolo di azienda guida del proprio territorio".


I vini premiati

Berlin Wine Trophy 2017
- Amarone della Valpolicella DOCG “Anfora” 2014: Medaglia d’Oro
- Rosso Veneto IGT “Apasio” 2014: Medaglia d’Oro
- Valpolicella Ripasso DOC “Torre del Falasco” 2015: Medaglia d’argento: Medaglia d’Argento

 

Vinitaly 2017 - 5 STAR WINES
- Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” 2014, punteggio: 92/100
- Amarone della Valpolicella DOCG “Anfora” 2014, punteggio: 91/100
- Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” 2013, punteggio: 90/100
- Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” 2012, punteggio: 90/100
- Valpolicella Ripasso DOC “Torre del Falasco” 2015, punteggio: 90/100
- Recioto della Valpolicella DOCG “Tesauro” 2014, punteggio: 90/100

 

MONDUS VINI 2017
- Recioto della Valpolicella “Tesauro” 2014: Medaglia d’Argento
- Valpolicella Ripasso Superiore DOC “Torre del Falasco” 2015: Medaglia d’Argento

INTERNATIONAL WINE CHALLENGE 2017
- Valpolicella Ripasso Superiore DOC “Torre del Falasco” 2015: Medaglia di Bronzo
- Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” 2013: Medaglia di Bronzo

 

 

DECANTER 2017
- Valpolicella Ripasso Superiore DOC “Torre del Falasco” 2015: Medaglia di Bronzo
- Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” 2013: Medaglia di Bronzo

 

 

SHANGAI AWARD 2017
- Amarone della Valpolicella DOCG “Torre del Falasco” 2013: Medaglia d’Oro

 

 

WEINWIRTSCHAFT
- Cantina Valpantena 3° miglior cooperativa vitivinicola in Italia

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter