Mandrarossa

I DUE VINI DI CONTRADA MANDRAROSSA
  
IL BERTOLINO SOPRANO SICILIA DOC BIANCO 2017 
IL TERRE DEL SOMMACCO SICILIA DOC ROSSO 2016 

I Vini di Contrada nascono dai suoli 100% calcarei, e sono monovarietali: 100% Grillo il Bertolino Soprano e 100% Nero d’Avola il Terre del Sommacco.
Sono vini di microterroir: frutto di una sperimentazione rigorosissima che ha identificato il migliore abbinamento suolo – vitigno, coincidente con un microterroir di 75 ettari.


Bertolino Soprano Sicilia DOC Bianco 2017

Mandrarossa presenta la seconda etichetta nata dal progetto Vini di Contrada, nato da uno studio sui microterroir che ha trovato il perfetto connubio tra vitigni autoctoni e suoli calcarei.

Dopo oltre 4 anni di studi approfonditi sulle caratteristiche pedoclimatiche degli oltre 500 ettari di vigneti di Mandrarossa, l’enologo Alberto Antonini e l’esperto di suoli cileno Pedro Parra hanno individuato nella contrada Bertolino Soprano il luogo ideale per l’allevamento della varietà autoctona grillo. Da questa combinazione tra suolo e vitigno nasce una delle etichette che si pone al vertice qualitativo dei vini Mandrarossa: il Bertolino Soprano Bianco Sicilia DOC 2017, che nasce da uve grillo in purezza prodotte da un singolo vigneto localizzato in contrada Bertolino Soprano, raccolte a mano durante nel mese di agosto 2017. Il suolo calcareo regala al vino freschezza ed eleganza, mentre l’affinamento in botti di rovere di Slavonia lo rende morbido, intenso e persistente.

Floreale, agrumato, erbaceo sul finale, esprime tutta la personalità del terroir che lo ha generato. 


Le vigne di Bertolino Soprano
Il vigneto di Contrada Bertolino Soprano che si estende sulla costa sud occidentale della Sicilia su colline a 147m s.l.m., gode di una felice esposizione a sud ovest. Qui le vigne di grillo, allevate a guyot, crescono forti e vigorose grazie al connubio con i suoli calcarei che caratterizzano quest’area. Suoli dai quali il Bertolino Soprano Sicilia DOC Bianco trae mineralità, intensità e complessità aromatica con note che ricordano la macchia mediterranea che circonda i lari. 

Il vitigno grillo
Il grillo, vitigno a bacca bianca molto diffuso in Sicilia (in particolare nella zona occidentale dell’isola), ha grappoli di media grandezza con acini sferoidali dalla buccia piuttosto spessa. Ama le esposizioni assolate e i terreni sabbiosi e calcarei, che gli conferiscono un elevato grado zuccherino. I vini che ne derivano hanno una buona gradazione alcolica, un’ampia gamma olfattiva, una buona aromaticità. Al palato sono sapidi e strutturati. 

L’etichetta di Bertolino Soprano Sicilia DOC Bianco 2017 narra la storia di un uomo che, guardando il tramonto sul cocuzzolo di Pizzo Giuliana a Menfi, ricorda la sua infanzia tra i filari di vigne e le parole del nonno, e rivive con amore e riconoscenza le emozioni che il suo territorio gli restituisce. Un territorio dall’habitat naturale incontaminato, a tratti aspro e selvaggio ma fertile e generoso, perchè dove c’è la pietra, c’è la forza.  


Terre del Sommacco Sicilia DOC Rosso 2016 
È prodotto da uve di Nero d’Avola in purezza da 2 vigneti coltivati su suoli calcarei in Contrada Miccina.
L’appezzamento gode di brezze marine che, insieme alla consistenza del suolo, donano al vino mineralità, profumi intensi e carattere. L’affinamento in botti di rovere di Slavonia rende il Terre del Sommacco Sicilia DOC Rosso 2016 avvolgente, vellutato e complesso nei profumi. Fruttato, con delicate note speziate e sentori di liquirizia e cioccolata che ne fanno un vino di forte personalità. 


L‘etichetta di Terre del Sommacco Sicilia DOC Rosso 2016 profuma della legna che brucia in un falò notturno, di storie ascoltate mille e mille volte intorno al fuoco, e racconta i segni che i grandi eventi storici lasciano nella memoria personale e familiare di chi le ha vissute anche solo nella memoria. Una colonna di soldati garibaldini sosta tra i ruderi di una fattoria; un ragazzo li vede ed impaurito si nasconde dietro un cespuglio di sommacco, ascoltandone i racconti per tutta la notte. Il mattino dopo corre a casa a raccontare l’episodio. Una storia che la famiglia si tramanda da generazioni, fino ad arrivare ai giorni nostri. 
  

I RACCONTI DI CONTRADA 
La Sicilia è fatta di racconti, di evocazioni, di forti contrasti e di ricordi legati all’infanzia, alla famiglia e, sempre, alla terra. La terra assolata, assetata ma rigogliosa, brulla e verde insieme, rocciosa, marina, fertile. È all’interno di questo panorama così evocativo che nascono i Vini di Contrada di Mandrarossa, frutto di una fortunata combinazione che li vede affiancati nel racconto emozionale della loro genesi e nella sperimentazione rigorosa legata alla loro nascita. 
Perchè i Vini di Contrada? Perchè i loro nomi, Bertolino Soprano per il bianco e Terre del Sommacco per il rosso, hanno radici nelle contrade di Menfi, Sicilia sud occidentale; parlano di se attraverso due storie ritrovate, due racconti reali che hanno segnato la storia di queste terre, e le vicende personali di chi nelle Contrade ci ha vissuto e ci vive e lavora ancora oggi.

Le memorie della contrada Bertolino Soprano
La bottiglia di Bertolino Soprano si veste delle memorie di Santo, un uomo cresciuto tra le contrade di Men che nella sua gioventù cavalcava tra queste colline attraversando vigneti, oliveti e la profumatissima macchia mediterranea siciliana punteggiata dai cespugli di sommacco.

Oggi, ormai adulto, Santo ripercorre quei ricordi guardando il sole tramontare dal cucuzzolo di Pizzo Giuliana a Men. Gli ultimi raggi del sole vanno a irradiare quella terra su cui tante volte si era trovato a scorgere vita e bellezza. Una terra rocciosa, aspra all’apparenza ma che come il nonno soleva raccontargli era fertile e ricca di vita poiché “Dove vi è roccia vi è forza”.

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter