News

Nuove iniziative gastronomiche

Autogrill presenta “Il Mercato del Duomo”, il tempio del gusto nel cuore di Milano
Il Gruppo porta in Piazza Duomo le eccellenze del territorio con un mercato coperto dei produttori locali selezionati in collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (UNISG).
Attraverso il progetto architettonico curato da Michele de Lucchi, Il Mercato del Duomo rivitalizza l’offerta culturale e artistica della Galleria Vittorio Emanuele. Per la realizzazione del nuovo multi-concept store la Società ha investito 13,5 milioni di euro.

Nasce a Milano, nella piazza simbolo della città, Il Mercato del Duomo, la nuova cattedrale del gusto firmata Autogrill. Il presidente della Società, Gilberto Benetton, e l’Amministratore Delegato, Gianmario Tondato Da Ruos, hanno presentato il progetto nel corso della conferenza stampa, che si è tenuta presso la Sala Alessi di Palazzo Marino alla presenza del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, del presidente di UNISG, Carlo Petrini, dell’architetto Michele De Lucchi e dello chef Niko Romito.
La nuova flagship store del Gruppo, che aprirà al pubblico il 30 aprile, è stata realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche (UNISG) di Pollenzo e ha comportato un investimento complessivo di 13,5 milioni di euro.

"Milano è sempre di più una città con una grande capacità di attrarre investimenti per progetti di alta qualità. Il Mercato del Duomo ne è la dimostrazione - ha dichiarato Giuliano Pisapia. - Innovazione e tradizione si uniscono in un'offerta che valorizzerà il gusto del bello e il gusto del buono e del sano. Nel cuore di Milano sarà possibile conoscere le eccellenze dei prodotti del nostro territorio, in un percorso che rappresenta l’intera filiera alimentare. Questo progetto ha l’ambizioso obiettivo di trasformare uno spazio, mantenendone le caratteristiche storiche, e allinearlo con i temi di Expo, con le esigenze di una clientela sempre più attenta a ciò che mangia, alla filiera, alle tecniche di preparazione, alla qualità del prodotto e delle materie prime. Si tratta di un ulteriore tassello che arricchirà Milano, capitale dell'alimentazione”.

Abbiamo scelto di trasformare Milano nel principale laboratorio di innovazione e sperimentazione del Gruppo perché crediamo nelle potenzialità di questa città, del suo territorio e della nostra azienda – ha dichiarato Gilberto Benetton – Con Il Mercato del Duomo torniamo alle radici della nostra storia per guardare al futuro, un futuro che parla d’innovazione ed eccellenza”.

"L'Università di Scienze Gastronomiche – ha dichiarato Carlo Petrini – in particolare attraverso il suo ramo Pollenzo Innovazione, fornisce un supporto ed un contributo di saperi, prodotti, storie e realtà di eccellenza, ad un progetto come Autogrill Duomo Store, dove si è voluto lavorare sulla qualità alimentare, sulla sostenibilità ambientale e sul rapporto ravvicinato tra produttore e consumatore".

Il Mercato del Duomo si sviluppa verticalmente su 4 piani, per una superficie complessiva di 5.000 metri quadrati, di cui 3.000 aperti al pubblico, che riflettono i progressivi stadi di lavorazione della materia prima e le diverse esperienze di consumo: dal cibo nella sua forma più semplice e naturale al prodotto lavorato e trasformato in ricette, dalla consumazione veloce a un’esperienza più slow.
Questo percorso esperienziale verticale si riflette nei diversi concept sviluppati all’interno de Il Mercato del
Duomo: il Bar Motta, che in un’atmosfera suggestiva, connubio perfetto tra tradizione e modernità, offre prodotti di caffetteria e croissanteria di altissima qualità; il Mercato, la novità principale del nuovo punto vendita, gestito da Compagnia Alimentare, che riproduce il tradizionale mercato cittadino composto da banchi alimentari di produttori e fornitori locali, selezionati con il contributo di UNISG, dove i visitatori troveranno le eccellenze del territorio lombardo, e non solo; il Bistrot Milano Duomo, il concept di nuova generazione inaugurato nel 2013 presso la Stazione Centrale di Milano, che attraverso un’ampia offerta sviluppata su due piani valorizza i prodotti tipici e il recupero delle pratiche di lavorazione artigianale, in linea con la nuova filosofia di ristorazione Autogrill; la Terrazza Aperol, luogo di tendenza e simbolo del tradizionale aperitivo milanese; il ristorante-laboratorio Spazio - un progetto della Niko Romito Formazione – dove i giovani cuochi della Scuola di Formazione di Castel di Sangro (L’Aquila) condivideranno con gli ospiti le storie, le idee e le emozioni che nascono dall'ideazione di un piatto fino alla sua realizzazione. Allo stesso piano, inoltre, sarà presente un Wine Bar, che proporrà al visitatore una selezione delle eccellenze enogastronomiche italiane. Due concept di alta cucina, ma accessibili al grande pubblico, che rappresentano l’ultimo stadio della lavorazione della materia prima. L’edificio comprende anche la libreria Feltrinelli collocata al piano seminterrato.

Per realizzare questo progetto Autogrill ha avviato un importante programma di formazione del personale che ha consentito di introdurre ne Il Mercato del Duomo nuove professionalità e mestieri, in linea con l’offerta del locale e con il nuovo approccio della Società.

Il Mercato del Duomo, oltre ad affermarsi come una meta gastronomica internazionale, vetrina delle eccellenze del Made in Italy, è anche il contribuito di Autogrill allo sviluppo e al prestigio di Milano, grazie al progetto architettonico, realizzato in collaborazione con l’architetto Michele De Lucchi, che valorizza i disegni originali del Mengoni. Attraverso questo intervento, rispettoso dell’identità degli spazi, ma al tempo stesso in grado di coniugare le esigenze complesse tipiche della grande ristorazione, Autogrill restituisce alla città uno dei capolavori del suo patrimonio storico-urbanistico, in cui si inserisce la scultura realizzata dall’artista Adam Lowe, che riproduce le radici di un albero di ulivo secolare, simbolo denso di significati legati alla storia e ai valori del Gruppo. Questa soluzione, che coniuga arte e architettura, rappresenta una novità nella storia della Galleria e contribuisce ad accrescere la forza attrattiva e il valore culturale di questo luogo.

Il progetto de Il Mercato del Duomo si aggiunge ad altre best practices, emblematiche del nuovo approccio alla ristorazione di Autogrill, che confermano la capacità del Gruppo di contribuire allo sviluppo e al prestigio delle aree in cui opera attraverso progetti innovativi, sempre al passo con i tempi.

Verticalità e qualità accessibile: le due anime dell’offerta di ristorazione de “Il Mercato del Duomo
La nuova flagship store di Autogrill propone un’offerta di concetti e formule d’eccellenza per un’esperienza di consumo diversificata, evoluta e sostenibile
Il Mercato del Duomo si presenta come una grande fucina di esperienze culinarie, in cui Autogrill ha riversato tutto il know-how maturato a livello internazionale, per offrire alla città di Milano un nuovo luogo di aggregazione e convivialità all’insegna del gusto, accessibile a tutti, dove riscoprire i sapori autentici del territorio, i mestieri e le eccellenze della tradizione eno-gastronomica italiana.
Nella piazza più importante della città, il Gruppo propone un mix di concetti di ristorazione che traccia un filo rosso tra i successi del passato e l’impegno dell’azienda a ricercare formule all’avanguardia, in collaborazione con i partner più innovativi, per una ristorazione del futuro di qualità sostenibile.
L’offerta di ristorazione de Il Mercato del Duomo si sviluppa lungo un percorso verticale di 4 piani, per un totale di 3.000 metri quadrati, ed è stata realizzata in collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, la Niko Romito Formazione e un selezionato gruppo di produttori e specialisti della gastronomia locale. Una proposta culinaria che riflette l’evoluzione degli stili alimentari e che si pone in linea con le diverse disponibilità di tempo degli oltre 30.000 cittadini e turisti che ogni giorno attraversano, per lavoro o per diletto, il centro di Milano.

Motta Caffè Bar, Il Mercato, Bistrot Milano Duomo, Terrazza Aperol, Spazio - un progetto della Niko Romito Formazione - e il Wine Bar sono i concept scelti dal Gruppo per scandire le tappe di un viaggio nel gusto che, oltre a celebrare l’eccellenza del food made in Italy, ha come protagonista la qualità della materia prima e le sue successive trasformazioni.

Il Mercato
Al primo piano si trova l’innovazione più rappresentativa dell’intero store: un mercato coperto, che sarà gestito da Compagnia Alimentare, che si sviluppa su una superficie di circa 500 metri quadrati e ha come protagonisti i produttori locali, selezionati in collaborazione con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.
Il concetto del Mercato nasce da un ritorno a un’idea di centro città vissuto e non solo consumato:
sarà, infatti, un mercato di produttori di qualità, l’incontro con il cibo nella sua forma elementare.
Lo spazio è caratterizzato da diversi “banchi” suddivisi per generi alimentari: la macelleria&salumeria, il casaro, la gastronomia, la panetteria e la pasticceria. Come in un caratteristico mercato rionale, la clientela avrà l’opportunità di conoscere direttamente dalla voce dei produttori la storia e la provenienza delle specialità proposte. Un modo per riscoprire antichi mestieri e saperi artigianali, che riportano al centro della città l’antica relazione diretta tra produttore e consumatore.
Tra questi, la pasticceria C’era una torta… di Seregno (MI), con un’offerta di dolci a base di ingredienti naturali e biologici, la panetteria Grazioli di Legnano (MI), specializzata nella produzione di impasti a base di lievito madre, la Gastronomia Falcone di Verzuolo (CN), riconosciuta come “eccellenza artigiana” dalla Regione Piemonte e Milanovino.it (MI), dedicato al mondo del vino di qualità accessibile.

Bistrot Milano Duomo
Bistrot Milano Duomo è il concept sperimentato con successo nella stazione di Milano Centrale ed esportato in alcune delle location gestite dal Gruppo nel mondo. La versione proposta per Il Mercato del Duomo si sviluppa su due piani e si presenta in una veste arricchita di nuovi corner.
Tra le novità, La Griglia che offre un ampio assortimento dei migliori tagli di carne da cuocere al momento e l’Ovobar, con specialità a base di uova fresche. Queste isole si aggiungono a quelle de I Primi, dove si possono trovare ricette regionali con pasta all’uovo prodotta giornalmente in loco, La Salsamenteria, con piatti freddi e insalatone personalizzabili su richiesta del cliente, Il Forno, con una zona di produzione di pane e pizza realizzati con lievito madre e farine del territorio e Il Frutteto, un’oasi di frutta e verdura fresca con un’ampia scelta di centrifugati, frullati e macedonie. Completa l’offerta La Caffetteria dove, oltre all’espresso, è possibile degustare un autentico caffè napoletano preparato nella tradizionale “cuccuma”.

Motta Caffè Bar e Terrazza Aperol
Il Mercato e il Bistrot Milano Duomo si aggiungeranno a Motta Caffè Bar e Terrazza Aperol, due insegne già presenti negli spazi dello storico store di Autogrill, ormai un punti di riferimento per i cittadini milanesi e i viaggiatori in visita nel capoluogo lombardo.

Il Motta Caffè Bar è la reinterpretazione in chiave moderna dello storico caffè milanese del 1928, ritornato, dopo 17 anni, negli spazi della Galleria Vittorio Emanue. Di recente ha ottenuto il riconoscimento Negozio Storico dalla Regione Lombardia. Modello di “bar all’italiana” dall’atmosfera raffinata ed elegante, è pensato per un consumo veloce in cui al centro dell’offerta si colloca il caffè, arricchito da specialità di pasticceria d’alta gamma e da una selezione di snack salati della tradizione gastronomica italiana e lombarda.

Inaugurata nel 2012, Terrazza Aperol è il luogo simbolo dell’aperitivo del momento: l’Aperol Spritz. Gli arredi realizzati dal designer Antonio Piciulo ricordano il prodotto, a partire dal barcounter, “un fotogramma freezato di un fluido sospeso nell’aria”: una scultura tridimensionale, levigata e sensuale di color arancione borealis. Terrazza Aperol è, inoltre, vetrina di eventi e attività culturali. Dal 2012 è il luogo della SpritzLife, dove la musica proposta è fatta di esibizioni dal vivo di grandi artisti internazionali come Bastille, Ed Sheeran, Jutty Ranx, Ace Wilder, ma anche di nomi noti della radio e della tv nazionale come Andrea Pellizzari, Kris Reichert, Nadia & the Rabbit.

                                                                    xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Pietro Parisi
, il cuoco contadino sul Boeing 747 che porterà 100 eccellenze del Made in Italy in 13 tappe mondiali.
Lo chef campano firmerà in esclusiva tutti i menu del tour aereo.  

Italian luxury in the world è il progetto ambizioso che porterà in giro per il mondo le diverse eccellenze del Made in Italy in un tour aereo che toccherà 13 tappe individuate tra le capitali economiche più dinamiche e sensibili al lusso italiano: da Mosca a New York, da Dubai a Singapore, sino a Tokyo, Seoul e Los Angeles.

Tutta la gestione della cucina, dei menu e dei prodotti da servire in ogni occasione pubblica saranno curati in esclusiva dal cuoco campano Pietro Parisi che è alfiere di una cucina sana e genuina, fatta di produzioni artigianali e alta qualità.
Lo chef, originario di Palma Campania dove ha il proprio ristorante Era Ora, non è nuovo a viaggi e cucine in giro per il mondo. Formatosi a Parigi alla corte di Alain Ducasse, già chef negli Emirati Arabi e consulente di cucina italiana della casa reale in Oman, Parisi è ambasciatore di una cucina italiana semplice e di territorio che valorizza le produzioni migliori di piccoli agricoltori, casari, allevatori, raccontati anche nel suo recente libro “Pietro Parisi. Un cuoco contadino, i volti della sua terra”. Ha un approccio etico alla cucina e alla terra includendo nella sua dispensa prodotti da agricoltura sostenibile e da progetti sociali come le terre confiscate alle mafie e le produzioni della comunità di San Patrignano.

A bordo dell’aereo, un Boeing 747, avverrà l’esposizione dei prodotti grazie agli ipertecnologici  ”Google Glasses”, che consentiranno al visitatore di immergersi in un vero e proprio viaggio attraverso le realtà delle singole aziende e di seguire tutte le fasi di progettazione e realizzazione degli articoli e dei prodotti in esposizione.

Da Aprile 2015 partirà il road show mondiale di presentazione del progetto, il Boing 747  decollerà da Milano nella primavera 2016.  

Il tour durerà 70 giorni e toccherà le seguenti tappe:
Milano – Mosca
Mosca – Baku
Baku – Doha
Doha – Abu Dhabi
Abu Dhabi – Dubai
Dubai – New Delhi
New Delhi – Seoul
Seoul – Hong Kong
Hong Kong – Shanghai
Shanghai – Tokyo
Tokyo – Los Angeles
Los Angeles – New York
New York – San Paolo
San Paolo – Milano

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter