Hamburger & Street Food

GARA INTERNAZIONALE DI HAMBURGER & STREET FOOD
Settima Competizione Internazionale

Grande successo riscosso a Expo Milano 2015 da parte dell’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Renda” di Polistena, che in collaborazione con AMERICAN FOOD 2.0, ha organizzato “HAMBURGER & STREET FOOD”, International Competition, concorso rivolto alla valorizzazione delle eccellenze e alla promozione delle specificità enogastronomiche internazionali nel campo dello street food.
Numerosi i concorrenti e gli spettatori giunti al Padiglione America per assistere alla gara, animata dagli studenti  e dalla danza dei Giganti che hanno riproposto cultura e tradizioni millenarie richiamando l’attenzione delle diverse culture presenti.
La competizione scaturisce da una proficua collaborazione con American Food 2.0, per valorizzare i saperi e i sapori delle diverse culture che animano lo scenario internazionale e si colloca nel panorama  mondiale di Expo Milano 2015 quale attività di studio, di ricerca e di sperimentazione di nuove forme di food. Alla gara hanno partecipato gli studenti delle 3e, 4e  e 5e “Articolazione Enogastronomia” degli Istituti Professionali per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera ITALIANI E STRANIERI che si sono confrontati proponendo hamburger innovativi elaborati in estemporanea e valutati da una giuria composta da esperti di FOOD.

Primo in classifica è risultato l’IPSEOA "MARCO POLO" - CAMOGLI (GE), con la ricetta “HAMBURGER REVOLUTION”, a base di ingredienti provenienti da diversi territori italiani, realizzata dagli studenti Fiorini Aurora e Bottaro Simone guidati dalla prof.ssa Francesca Fonnesu.

Con la GARA INTERNAZIONALE DI HAMBURGER & STREET FOOD, l’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Renda”, da anni impegnato nella organizzazione di grandi eventi, segna il settimo traguardo, proponendo una competizione a misura dei giovani e una opportunità per la diffusione dei principi di una sana e corretta alimentazione, nel rispetto delle diverse culture enogastronomiche internazionali.

La GARA ha rappresentato una vetrina delle eccellenze nel campo del food, anche attraverso spazi e momenti dedicati a scuole, professionisti e operatori di settore.
“Il Padiglione USA è lieto di ospitare questo evento” ha commentato il Direttore creativo del Padiglione USA, Mitchell Davis. “Lo street food è un simbolo della cultura gastronomica degli Stati Uniti e, con la rappresentazione che dà delle diverse tradizioni regionali, mostra la diversità e la complessità della cucina americana.  Il tema del nostro padiglione, ‘American Food 2.0’, mette in luce l’evoluzione costante e lo sviluppo della cucina e della cultura americana grazie a innovazione e tecnologia; due ingredienti chiave per affrontare le sfide del sistema alimentare mondiale.  EXPO Milano 2015 e iniziative come questa competizione aiutano a stimolare l’innovazione e incoraggiano il dialogo globale sulle soluzioni necessarie per nutrire 9 miliardi di persone entro il 2050”.

“Con la Gara Internazionale di Hamburger e Street Food, afferma il Dirigente Scolastico Pasqualina Maria Zaccheria, l’Istituto Renda di Polistena conclude un ciclo di eventi internazionali avviati nel 2008 e apre la strada dei grandi eventi dedicati al food e alla corretta alimentazione, con l’obiettivo per il prossimo triennio di diffondere l’abitudine al consumo sano e intelligente di prodotti Made in Italy, promuovendo la Dieta Mediterranea quale punto di incontro tra ricerca scientifica, innovazione tecnologica e domanda di benessere”.

Per le attività svolte l’Istituto “G. Renda” è stato dichiarato “Scuola di Eccellenza” con decreto del Ministro dell’Istruzione ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti del Presidente della Repubblica, tra cui lettere di encomio e medaglie.
Dal 2014 l’Istituto Renda è capofila del Polo Tecnico Professionale M.I.T.E.C. (Mediterraneo, Industria, Turismo, Enogastromia, Cultura), orientato allo sviluppo del territorio attraverso la creazione di un sistema a rete che coinvolge l’intero sistema formativo nella pianificazione di azioni progettuali complesse in cui la filiera turistica si sviluppa in complementarietà con la filiera produttiva dell’agribusiness.

Il dirigente scolastico a conclusione dell’evento ha accennato anche ad un ambizioso progetto di ricerca denominato “Show me”, basato sullo sviluppo tecnologico di un’App dedicata alla ricerca degli alimenti nascosti dannosi per la salute. L’idea progettuale è stata accolta con entusiasmo da Mitchell Davis, Direttore creativo del Padiglione USA, il quale ha assicurato la collaborazione degli Stati Uniti verso il progetto, nell’ottica dell’autoimprenditorialità dei giovani.

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter