Lievito

Welovelievito.it arriva a SIGEP

 

In occasione della manifestazione dedicata all’arte bianca, il Gruppo Lievito da Zuccheri di Assitol presenta la piattaforma web nata con l’obiettivo di sfatare tutti i falsi miti legati a questo ingrediente così fondamentale per il pane.

 

Un organismo vivente, risultato di un processo del tutto naturale, ovvero la fermentazione dello zucchero: il lievito, un elemento fondamentale senza il quale prodotti come il pane, la pizza e i dolci non potrebbero esistere.

Questo ingrediente, così piccolo e invisibile, è quindi anche il protagonista di alcuni dei prodotti presentati a SIGEP, il Salone Internazionale della panificazione, pasticceria e gelateria, iniziato lo scorso 18 gennaio presso la Fiera di Rimini e in programma fino a domani, 22 gennaio. 

Proprio in questa occasione, il Gruppo Lievito da Zuccheri di Assitol ha presentato oggi welovelievito.it, il sito web pensato in collaborazione con FEI, nato con l’obiettivo di fare luce su questo ingrediente così prezioso e di invertirne l’immagine negativa, costruendo una cultura viva quanto questo prodotto e contrastandone la disinformazione. 

Il lievito è il vero motore del processo di fermentazione del pane e di tutti i prodotti simili ed è ciò che permette all’impasto di crescere, rendendolo anche più digeribile. E sono proprio il lievito e la lievitazione che contribuiscono a determinarne le caratteristiche sensoriali e la resa finale e ad assicurare al nostro palato il migliore gusto possibile.

Il lievito, infatti, è responsabile della buona consistenza del prodotto finale in quanto agisce sul processo di fermentazione e incide inoltre sul suo aroma, grazie al rilascio di una serie di piccole molecole aromatiche. 

Quello del lievito è sicuramente un settore in salute: da una ricerca Cerved sul mercato del pane promossa da AIBI e Assitol emerge, infatti, come nel 2018, gli artigiani dell’arte bianca abbiano impiegato circa 36mila tonnellate di lievito per le più svariate preparazioni. In particolare, lo scorso anno i panettieri hanno utilizzato 35136 tonnellate di lievito, mentre la pasticceria artigianale ha visto crescere del 3% l’impiego del lievito, grazie all’aumento dei consumi. 

Inoltre, il consumo di pane in Italia si è attestato su oltre 1.500.000 tonnellate. L'85% dei consumi riguarda pane fresco artigianale, ovvero quello confezionato dai panettieri e ogni giorno, gli italiani mangiano in media circa 90 grammi di pane.

Frutto dell’impegno del panettiere-artigiano, il pane amato dagli italiani è, in realtà, un mosaico di tanti pani, tutti diversi: multicereali, con mix di farine speciali, integrale, con grani antichi, a km 0, biologico, con semi, con fibre, a ridotto contenuto di sodio. Alla base di queste scelte, c’è una grande attenzione alla qualità, in tutte le fasi della panificazione, e all’impiego di materie prime selezionate. 

Un piccolo ingrediente, con un grande ruolo nella produzione di prodotti come il pane, la pizza, la birra e i dolci, fondamentali per una dieta corretta e da sempre protagonisti delle tavole degli italiani. 

Per maggiori informazioni: www.welovelievito.it

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter