Golosaria 2019

Il premio “Regione Sicilia per l’Innovazione” è stato assegnato a sedici aziende siciliane 

All’Azienda Fiasconaro il premio “Il Golosario 2020” fra le migliori Pasticcerie d’Italia

 

E' una Sicilia in grande spolvero quella della 14esima edizione di Golosaria. Un firmamento di piccoli e grandi produttori che traggono linfa dalla loro Terra per esprimere le eccellenze enogastronomiche dell'Isola. In tutto cinquantadue aziende presenti a fieraminocity, sedici delle quali sono state premiate ieri nel corso dell'evento “I Siciliani: Incontro con i produttori della Sicilia del gusto e premio all'innovazione”. A consegnare il prestigioso riconoscimento sono stati il Maestro Nicola Fiasconaro, Pietro Morettino, Amministratore Delegato di Caffè Morettino e da Maria Antonietta Calabrò, Titolare e Responsabile del Sistema Qualità dell’Azienda Candifrucht, insieme a un funzionario della Regione Sicilia. 

La Sicilia e' in fermento”, ha commentato con soddisfazione Nicola Fiasconaro, portavoce della pluripremiata Azienda dolciaria Fiasconaro, premiata poco prima fra le migliori Pasticcerie d’Italia dalla Guida “Il Golosario 2020”. “C'e' l'effervescenza di una nuova generazione di imprenditori. Ma per far decollare la nostra terra e superare le sue contraddizioni bisogna imparare a fare squadra, condividendo opportunità ed esperienze in un'ottica di continua crescita e di innovazione sostenibile". 

Dalle boutique del gusto alle aziende che hanno già conquistato fama nazionale: l’innovazione che ha sfilato sul palco della fiera durante il talk show di premiazione moderato dal giornalista Paolo Massobrio mantiene solide radici nella migliore tradizione territoriale siciliana. Materie prime dalla storia secolare sono state reinterpretate nel segno della tecnologia e di un deciso sguardo al futuro, in linea con i trend di mercato: dai grani antichi rivisitati in chiave salutista alle declinazioni proteiche dei prodotti tradizionali, fino ai packaging di nuova concezione ridisegnati per i singoli consumatori.

boutique del gusto alle aziende che hanno già conquistato fama nazionale: l’innovazione che ha sfilato sul palco della fiera durante il talk show di premiazione moderato dal giornalista Paolo Massobrio mantiene solide radici nella migliore tradizione territoriale siciliana. Materie prime dalla storia secolare sono state reinterpretate nel segno della tecnologia e di un deciso sguardo al futuro, in linea con i trend di mercato: dai grani antichi rivisitati in chiave salutista alle declinazioni proteiche dei prodotti tradizionali, fino ai packaging di nuova concezione ridisegnati per i singoli consumatori.

 

Sapori, profumi e alchimie della Sicilia sono la suggestiva cornice della storia e della tradizione dell’azienda dolciaria Fiasconaro, nata nel 1953 a Castelbuono, nel cuore del parco delle Madonie, in provincia di Palermo. Oggi l'azienda, giunta alla terza generazione è un'eccellenza del made in Italy, con un fatturato di oltre 18 milioni di euro e una crescita del 20% su tutti i principali mercati: Italia, Canada, Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda e con un orizzonte strategico rivolto al mercato asiatico. Fiasconaro è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità. Il panettone e la colomba Fiasconaro rappresentano il core-business dell’azienda e cresce sempre di più l’incidenza della linea di prodotti continuativi: torroncini, cubaite, creme da spalmare, mieli, marmellate, confetture e spumanti aromatici.

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter