Berlin Packaging

Berlin Packaging annuncia i vincitori della 16° edizione del concorso Berlin Packaging | Bruni Glass Design Award 

Da oltre 20 anni il concorso trasforma sogni e aspirazioni di giovani studenti di design in concreto risultato professionale e rappresenta l’impegno aziendale di portare innovazione costante al mondo del packaging di lusso

 

Berlin Packaging, il maggiore Hybrid Packaging Supplier® a livello mondiale specializzato nella fornitura di packaging in vetro, in plastica e in metallo e chiusure, ha annunciato i vincitori della 16° edizione del concorso Berlin Packaging | Bruni Glass Design Award.

Nata nel 1997, l’iniziativa propone un workshop-concorso dedicato al design rivolto agli studenti delle principali università al fine di creare nuove ed innovative forme di packaging da presentare sul mercato. Forte di collaborazioni con rinomati istituti di design di tutto il mondo - tra cui Il Politecnico di Milano, lo IED di Madrid e quello di Milano, la UCSF di Santa Fe, la University of Arts London, la Weissensee Hochschule di Berlino fra gli altri - il concorso ha consentito agli studenti di realizzare 5 prototipi per ognuna delle quattro categorie dei settori di riferimento per Berlin Packaging (Spirits, Oil and Vinegar, Wine e Home Fragrances).

Gli studenti si sono cimentati nell’ideazione di soluzioni sempre più innovative con l’obiettivo di offrire un packaging contemporaneo, in linea con le tendenze di mercato e all’avanguardia. Per ogni categoria sono stati decretati un primo e un secondo classificato, per poi eleggere un vincitore assoluto.

“Siamo molto orgogliosi di presentare i vincitori di questa edizione del concorso soprattutto perché torna tra l’altro dopo lo stop dovuto al Covid. Per noi come Berlin Packaging è davvero entusiasmante poter offrire a giovani di grande talento la possibilità di mettersi in gioco con le loro capacità tecniche e creative, e non vediamo l’ora di capire quali di questi progetti avranno più successo tra i nostri clienti”, dice Paolo Recrosio, CEO di Berlin Packaging EMEA. “Per l’azienda questo concorso rappresenta un’importante tradizione che negli anni ha contribuito a sottolineare la nostra natura di innovatori e il nostro impegno nella ricerca di soluzioni che non solo siano sempre al passo coi tempi, ma che anticipino le tendenze di mercato. Per questo abbiamo l’intenzione di continuare a investire in questo progetto, rilanciandolo anche negli anni futuri, insieme con le più importanti scuole di design del mondo.”

Nel corso delle 16 edizioni, il BGDA ha proposto circa 300 modelli, di questi oltre 60 sono stati realizzati a livello industriale e hanno generato oltre 200 articoli diversi per capacità, colore e imboccatura. L’azienda ha venduto oltre 10.000.000 di pezzi nati o sviluppati dal concorso e ai giovani designer è stato riconosciuto il diritto d’autore.

Per l’ultima edizione del BGDA sono stati coinvolti gli studenti del Politecnico di Milano per l’Italia, della Münster School of Design per la Germania, della FS Pack Cognac per la Francia, della Ucsf Universidad Católica de Santa Fe per l’Argentina e della IUC University of Illinois Chicago per gli USA e durante la serata di premiazione sono stati esposti i prototipi dei 20 finalisti che sono stati votati da una giuria d’eccezione formata da manager, clienti e partner di rilievo di Berlin Packaging che hanno valutato originalità e creatività delle proposte. I progetti dei finalisti saranno come di consueto registrati e depositati da Berlin Packaging, così che possano essere commercializzati qualora vengano richiesti. 

CATEGORIA SPIRITS:

Il primo premio è andato a MESH, di Davide Intravaia, uno studente del Politecnico di Milano, mentre il secondo classificato è il progetto di Daisy Ruiz, RELIC, studentessa della IUC. 

CATEGORIA OIL AND VINEGAR:

Per questa categoria si aggiudica il primo posto Mercedes Luhaces della UCSF, con HELEN.  Al secondo posto invece si piazza CARMEN, dello studente del Politecnico Alessandro Ceriani. 

CATEGORIA WINE:

Vince il primo premio HARMONY, una proposta realizzata ancora da Mercedes Luhaces. DECOLTE’ è invece il progetto di Giulia Macchini del Politecnico di Milano che si aggiudica il secondo posto nella categoria. 

CATEGORIA HOME FRAGRANCES:

È FUJI il primo classificato, realizzato da Pham Minh Phuc della Münster School of Design mentre al secondo posto si classifica Maria Cecilia Buonocunto, studentessa del Politecnico di Milano, con GRAMMY. 

Infine, sono state assegnate due menzioni d’onore engineering, una menzione d’onore per la sostenibilità e un premio per il Best Graphic Panel. 

La prima menzione Engineering è andata a NEFERTITI, progetto made in Italy di Giulia Pietracaprina, studentessa del Politecnico; la seconda ha premiato il francese Victor Renaud, che per la FS Pack Cognac è ideatore di HAYIM per la sezione Wine.

Agustina Massei della UCSF si è meritata la menzione speciale per la sostenibilità con DRIKO ECO progetto in gara nella categoria Home Fragrances. 

Il già citato MESH di Davide Intravaia si è aggiudicato anche il Best Graphic Panel.

Il vincitore assoluto del concorso è invece FUJI di Pham Minh Phuc.

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter