L'oro rosso della Grecia

Zafferano Europeo: debutta in Italia la campagna Red Gold

per far conoscere e promuovere lo

Krokos Kozanis DOP

 

È stata presentata a Milano la campagna Red Gold per la promozione del Krokos Kozanis DOP, noto anche come zafferano europeo. L’iniziativa è parte del programma Enjoy! It's from Europe, che vuole diffondere a livello internazionale la conoscenza dei prodotti agricoli europei di alta qualità e a Denominazione di Origine Protetta (DOP).

Promossa dalla Cooperativa Obbligatoria di Produttori di Krokos Kozanis, la campagna Red Gold si sviluppa in un arco temporale di tre anni e si articola in seminari di chef della cucina greca e quella italiana, conferenze su proprietà e benefici dello zafferano europeo illustrati da nutrizionisti e dietisti, eventi per la stampa, partecipazione a festival e mostre, e viaggi studio. 

L’oro rosso della Grecia
Il Krokos Kozanis DOP è prodotto nella regione greca di Kozani sin dal XVII secolo ed è riconosciuto come la migliore qualità di zafferano nel mondo. È ricavato dagli stimmi del fiore di Crocus sativus L., pianta erbacea che germoglia da un bulbo. I produttori piantano i bulbi in estate e raccolgono i fiori dai caratteristici petali color azzurro scuro-viola in autunno, tra ottobre e novembre. Nella stessa mattina della raccolta avviene la sfioritura: si separano dal fiore gli stimmi che vengono messi a essiccare, ottenendo sottili filamenti di un colore rosso profondo. 
“Servono circa 50.000 stimmi per ricavare 100 grammi di zafferano e sia la raccolta sia la sfioritura sono effettuate rigorosamente a mano: per questo motivo si chiama l’oro rosso della Grecia”, racconta Konstantinos Katsiakronis, export manager della Cooperativa Obbligatoria di Produttori di Krokos Kozanis. Fondata nel 1971, conta 1.000 associati e ha il diritto esclusivo per la raccolta, il confezionamento e la distribuzione del Krokos Kozanis, prodotto DOP dal 1999. 

“Tutelare la qualità dello zafferano di Kozanis è il principale obiettivo dei nostri soci”, aggiunge Katsiakronis. “Non si tratta solo di condividere una serie di norme di produzione e di commercio, ma anche porsi in prima linea per far conoscere il nostro prodotto, le sue caratteristiche organolettiche e gli usi. E in quest’ottica la campagna Red Gold rappresenta per noi una cassa di risonanza importantissima, specie in un paese come l’Italia”. 
Proprietà terapeutiche note sin dall’antichità

Da Ippocrate a Galeno, lo zafferano è stato usato in antichità come rimedio antidolorifico, antifebbrile, cicatrizzante, ma anche come afrodisiaco.
Oggi sono riconosciuti ad esso numerosi effetti come spiega il dottor Alessandro Misotti, Responsabile ANDID (Associazione Nazionale Dietisti) Lombardia: “Studi hanno mostrato che il consumo di zafferano può modulare diversi fattori di rischio cardiovascolari come lo stress ossidativo, l’aterosclerosi, l’infiammazione, l’ipertensione arteriosa e la dislipidemia, grazie alla presenza di diversi componenti antiossidanti e antinfiammatori come i carotenoidi, i flavonoidi e le antocianine. Si stanno portando avanti ricerche per chiarire i meccanismi di tali effetti benefici”. 

Zafferano in cucina, non solo risotto
Del prezioso zafferano rosso basta una goccia, grazie alla presenza di tre principi attivi che donano gusto intenso e colore deciso: la picrocrocina ha potere amaricante, il safranale aromatizzante e la crocina colorante. Nella cucina italiana questa spezia trova la sua massima espressione nel risotto allo zafferano, ma è adatto anche per pasta, pollo, pesce, salse, zuppe e - dulcis in fundo in senso letterale - torte e gelati. 

“Bisogna saper dosare la quantità”, avverte lo chef greco Konstantinos Mouzakis. “Per i provetti cuochi che a casa vogliono arricchire i loro piatti con lo zafferano Krokos Kozanis DOP raccomando di rispettare le indicazioni della ricetta per evitare di alterare il sapore delle pietanze”. 

Con lo zafferano europeo si è eccezionalmente confrontato in occasione del lancio della campagna Red Gold lo chef italiano Daniel Canzian, che ha ospitato la presentazione nel suo ristorante Daniel a Milano. “Credo molto nella promozione delle eccellenze locali, io stesso lo faccio costantemente con le materie prime italiane”, commenta lo chef. “Ben venga il lavoro della Comunità Europea in questo senso: i marchi DOP e IGP sono, ovunque in Europa, un impegno importante verso la qualità e uno strumento di educazione comune in questa direzione".

Per la presentazione lo chef Canzian ha accolto l’invito della cooperativa a provare il Krokos Kozanis DOP in alcune sue creazioni da proporre in degustazione alla fine dell’evento: si è partiti dal piatto Uovo all’uovo, zafferano e finanziera di pollo, passando all’interpretazione di un classico con il Risotto allo zafferano, cozze e zucchine, per concludere con un delizioso Gelato allo zafferano, salsa gremolata dolce.



 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter