Ricerca Beneo

Zucchero: amico e nemico

Una nuova ricerca evidenzia come i consumatori europei considerino lo zucchero un "amico e nemico"

Una nuova ricerca quantitativa condotta tra i consumatori e commissionata dal produttore di ingredienti funzionali BENEO, mostra come i consumatori percepiscano lo zucchero come un "amico e nemico" per l'alimentazione. I risultati sottolineano, inoltre, come lo zucchero e i carboidrati svolgano un ruolo chiave nel comportamento dei consumatori verso le questioni di salute.

Oltre 5.000 consumatori di cinque Paesi europei  sono stati intervistati per conoscere la loro percezione in merito allo zucchero, ai carboidrati ed all'alimentazione relativamente alla risposta glicemica.  

I consumatori considerano i carboidrati fondamentali per le questioni di salute
Dai risultati si evince che le preoccupazioni per la salute dei consumatori sono, in ordine di importanza, la gestione del peso (43%), l’affaticamento o la scarsa energia (36%) e lo stress (35%). I consumatori sono consapevoli del fatto che la quantità e il tipo di zuccheri così come i carboidrati in genere svolgono un ruolo fondamentale per affrontare tali questioni.  

La motivazione principale dei consumatori rispetto alla riduzione dello zucchero nell'alimentazione riguarda i suoi effetti negativi per la salute. Il 58% degli intervistati fautori di un consumo minore di zucchero hanno affermato che il fattore principale in tal senso è il controllo del peso.  Hanno destato preoccupazione anche gli effetti deleteri a lungo termine del consumo di zucchero come il diabete, menzionati quasi da un consumatore su tre tra quelli che cercano di ridurre il consumo di tale alimento.

Sebbene desiderosi di diminuire il quantitativo di zucchero consumato, i rispondenti non sono pronti a rinunciare a un senso di appagamento simile a quello offerto da esso: il 60% ha affermato di consumare zucchero perché gradisce il gusto, mentre un intervistato su tre (il 33%) ha risposto che lo zucchero migliora il suo stato d'animo in genere.

I consumatori operano sempre più una distinzione tra carboidrati "buoni e cattivi"
Oltre a notare i vantaggi associati a un minor consumo d zucchero, i consumatori hanno anche riconosciuto come i carboidrati siano un'importante fonte di energia per il corpo e il cervello. Il 46% dei rispondenti ha affermato che il motivo principale per cui consuma tali alimenti è che “danno energia”. Nel frattempo, i consumatori iniziano a distinguere tra i diversi tipi di carboidrati, con più di un partecipante su due che opera una distinzione tra carboidrati "buoni e cattivi".

Sono stati considerati "buoni" gli alimenti integrali, le fibre, i carboidrati complessi nonché quelli a rilascio lento, con il 51% dei rispondenti che considera questi ultimi generalmente migliori e il 60% che li associa a un'energia prolungata.

La scelta di ingredienti come il carboidrato a rilascio lento Palatinose™ (isomaltulosio), le fibre ricavate dalla radice di cicoria inulina e oligofruttosio Orafti® o il succedaneo dello zucchero ISOMALT può aiutare i produttori a soddisfare la domanda dei consumatori di alternative a sostegno della gestione dell'energia e di un peso sano. Questi ingredienti funzionali si ricavano naturalmente dalle radici di cicoria e dalla barbabietola da zucchero. Con il loro sapore dolce e delicato, aiutano a soddisfare il desiderio dei consumatori di un appagamento simile a quello offerto dallo zucchero, migliorando nel contempo il profilo nutrizionale riducendo gli zuccheri a glicemia elevata e/o l'apporto calorico. BENEO ha ricevuto pareri positivi dall'EFSA per le proprietà di abbassamento dei livelli ematici di glucosio delle proprie fibre alimentari inulina e oligofruttosio nonché per il carboidrato a rilascio lento davvero unico Palatinose™ e il succedaneo dello zucchero ISOMALT, con le autorizzazioni delle indicazioni sulla salute corrispondenti.

Gudrun Dold, BENEO Consumer Insights Manager, afferma: "I risultati della ricerca dimostrano che lo zucchero e i carboidrati svolgono un ruolo decisivo nell'alimentazione di tutti i giorni. Sebbene i consumatori desiderino mangiare meno zucchero, non sono disposti a sacrificare l'importante appagamento e il sapore offerto da questo alimento. Stanno, inoltre, iniziando a operare una distinzione tra carboidrati 'buoni e cattivi', per cui è ancor più importante per i produttori considerare la qualità dei carboidrati utilizzati nello sviluppo di cibi e bevande rivoluzionari per ogni stile di vita e fascia di età".

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter