Carni avicole

l'Italia punta alla qualità

Finalmente illustri esponenti delle scienze alimentari hanno restituito dignità alla famiglia di polli, tacchini, oche e faraone, confermando che non esistono controindicazioni al loro consumo per tutte le fasce della popolazione. Le carni bianche si rivelano inoltre sicure e nutrizionalmente valide.

Le carni avicole, conosciute anche con l'appellativo di "carni bianche", non sono più da considerarsi le sorelle minori di quelle bovine e suine, ossia delle "carni rosse". Esaminando la composizione di pollo e tacchino (che costituiscono una fetta preponderante del consumo totale di carni avicole), notiamo a esempio che essi possono essere consigliati sia a chi deve crescere e sia a chi vuole rimanere in forma. Queste due tipologie di carni infatti presentano un basso contenuto di colesterolo, un buon apporto proteico (paragonabile sia per quantità che per valore biologico a quello delle altre carni) e un ottimo quantitativo di ferro, simile a quello presente nelle carni rosse. Tali caratteristiche rendono raccomandabile il loro consumo da parte di bambini, adolescenti e sportivi che necessitano proprio di prodotti leggeri e nutrienti. Ma pollo e tacchino non devono mancare neanche nelle diete dimagranti. Infatti, grazie a al loro basso contenuto calorico, al modesto quantitativo di grassi e colesterolo e alla ricchezza di minerali, possono essere tranquillamente consumati da chi vuole mantenersi in forma e perdere peso.

Le carni italiane tra le migliori d'Europa
Un'altra carta vincente propria dei prodotti avicoli italiani è l'elevata qualità delle carni, che sono effettivamente tra le più pregiate a livello europeo.
Innanzitutto, questo risultato è ottenuto grazie a un metodo di produzione particolarmente accurato: le carni di pollame, rispetto alle altre, sono prodotte con un sistema totalmente integrato, ossia controllato dalla nascita del pulcino fino alla trasformazione della carne, sistema che dà assolute garanzie di qualità e di sicurezza. La quasi totalità della aziende avicole possiedono infatti gli incubatoi, producono i mangimi per nutrire gli animali durante la crescita e dispongono di laboratori per la macellazione e la trasformazione delle carni. Questa integrazione ha come effetto il totale controllo del prodotto, perché è sempre possibile risalire a caratteristiche quali l'età dell'animale, il mangime con il quale è stato alimentato, la data di macellazione e il tipo di lavorazione subita dalla carne.
Una seconda virtù propria del pollame italiano è il mancato utilizzo da parte dei produttori della pratica del raffreddamento ad acqua delle carni. Infatti, tra gli allevatori italiani esiste un impegno fermo e preciso nel non utilizzare questo procedimento, adoperato per abbassare la temperatura della carne appena lavorata. La tecnica utilizzata è il raffreddamento ad aria, più lento e costoso, ma che fa guadagnare al prodotto consistenza e sapore. Al contrario, con l'uso dell'acqua, la carne appena macellata assorbirebbe parte del liquido di raffreddamento, che poi rilascerebbe durante la cottura sotto gli occhi dello stupefatto e contrariato consumatore, che vedrebbe la sua fettina "restringersi" magicamente.
Infine, occorre sottolineare l'assoluta sicurezza e genuinità dei prodotti avicoli realizzati in Italia, garantita a 360 gradi dai suoi allevatori. La pratica di somministrare agli avicoli sostanze quali antibiotici, ormoni e anabolizzanti per accelerare la crescita non solo è vietata ma, visto il brevissimo ciclo di vita dell'animale, è anche inutile, perché tali sostanze non riescono ad produrre effetti tangibili. In pratica il pollame italiano cresce nutrendosi di mangimi naturali selezionati, come grano, mais, erba medica e integratori vitaminici. Se a questa garanzia si aggiunge che la produzione nazionale sopperisce alla gran parte dei bisogni italiani, che i quantitativi importati sono irrisori e che ogni prodotto avicolo prodotto in Italia è provvisto di un bollino sanitario, allora si spiega come i fattori di eccellenza delle carni italiane siano riconosciuti ed apprezzati in tutto il continente.    

I fattori che hanno determinato questo singolare successo vanno ricercati nell'alto contenuto di servizio offerto ai consumatori. Gli elaborati/trasformati sono infatti prodotti rispondenti alle richieste di varietà e di praticità che arrivano dalle famiglie, dove il tempo a disposizione per cucinare è sempre più ridotto. Nello stesso tempo costituiscono una gustosa e insolita alternativa ai tradizionali secondi di carne, sempre mantenendo intatta la possibilità di nutrirsi in modo corretto ed equilibrato.
I preparati a base di carni avicole costituiscono una famiglia eterogenea di prodotti, in cui il numero delle referenze è in continua espansione, per meglio incontrare i nuovi gusti dei consumatori. L'intero segmento può essere distinto in due grosse categorie, quella degli elaborati e quella dei trasformati.
Le carni avicole elaborate sono prodotti freschi da conservare in frigorifero e sono già pronti per essere cotti. Consentono di avere a disposizione carni già pulite e guarnite di aromi e verdure, in modo da poter cucinare rapidamente un piatto che conserva tutto il sapore e la freschezza dei suoi ingredienti. I primi elaborati apparsi sui banchi dei supermercati sono gli spiedini, composti da carne di pollo e tacchino alternate a foglie di salvia, alloro, peperoni e ad altri tipi di guarnizione. Un altro prodotto molto richiesto è l'hamburger di pollo o tacchino, meno calorico ma altrettanto proteico rispetto a quello di carne bovina; gli hamburger si prestano ad essere accompagnati da salse tipo senape, ketchup e maionese, oppure semplicemente serviti con un filo d'olio extravergine di oliva e una spruzzata di limone. Tra i prodotti più sfiziosi occorre citare gli involtini: profumati con aromi (salvia, alloro, rosmarini, timo, ecc.) e arricchiti di formaggio e prosciutto o verdure e pancetta, rappresentano un secondo che unisce la praticità e la velocità di preparazione all'eleganza e al ricco sapore del risultato finale. Delle altre innumerevoli referenze presenti sul mercato, ricordiamo il famoso pollo alla diavola, tradizionale e profumatissimo, il pollo e la faraona separati in quarti, già pronti da mettere in forno, il pollo ripieno e il rotolo, semplicemente da scartare, infornare e gustare.
Le carni avicole trasformate sono invece prodotti pronti, già cotti e quindi surgelati o insaccati. Ad esempio i würstel, tipicamente a base di maiale, sono oggi disponibili anche nella versione a base di pollo e tacchino: lessati o cotti alla griglia, si prestano ottimamente per condire insalate vegetali, di pasta e di riso, oppure ad accompagnare aperitivi e cocktail. Pollo e tacchino sono anche adatti ad essere affettati: mortadella di tacchino, fesa e arrosto hanno un limitato contenuto di grassi e possono essere gustati come antipasto, contorno o snack fuori pasto. Infine tra gli elaborati più gustosi non possiamo tralasciare le cotolette (fette di pollo o tacchino impanate) e i cordon bleu (filetti panati e ripieni di prosciutto, formaggio o pomodoro), che sono prodotti graditissimi dai bambini ma anche, e forse soprattutto, dai loro genitori!  



 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter